top of page

Cultivating Respect: Words Matter



Per favore leggete attentamente. Perché dovremmo riformulare la frase su quello che si celebra il 25 Novembre in: COLTIVARE (O AUMENTARE) IL RISPETTO VERSO LE DONNE?

Il nostro cervello, o parte di esso, crea immagini quando leggiamo, sentiamo o pronunciamo delle parole.

Quando nella stessa frase sentiamo o leggiamo parole come eliminazione, violenza, contro, associate a una qualsiasi parola, l'effetto è quello di associare l'idea di "eliminazione", e di "violenza contro" quello che quella parola descrive o rappresenta.

Se dico che voglio eliminare la violenza contro i dodo (sono già estinti), alimento letteralmente il mio cervello con l'immagine dell'eliminazione dei dodo e della violenza contro i dodo. É un condizionamento al mantenimento della violenza.

Se quella parola è "donne", otteniamo lo stesso effetto, ovvero esattamente il contrario di ciò che pensiamo di intendere.


Abbiamo bisogno di lavorare sul rispetto. Per fare la mia piccola parte ho già pubblicato un libro, Il Corpo Sacro, e in questi giorni sto lavorando alacremente per pubblicare un corso online dallo stesso titolo anche in Italiano, perché a mio avviso abbiamo tutti bisogno di lavorare sulla comprensione, l'integrazione e l'armonizzazione di Maschile e Femminile interiormente.


Se vogliamo davvero fare qualcosa per aiutare le donne, dovremmo dedicare questa giornata al COLTIVARE RISPETTO VERSO LE DONNE. Se vogliamo creare un mondo migliore in cui tutti rispettino gli altri, dobbiamo iniziare a scegliere il rispetto come primo obiettivo.


Le parole contano, e fanno la differenza.

25 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Yorumlar


bottom of page